profilo linkedin
pagina youtube
pagina twitter
pagina facebook
versione inglese

[21-11-2019]Un murales per dare sfogo alla creatività in carcere

Presso la Casa Circondariale protagonista l'arte, canto e disegno, nell'ambito di un progetto ben articolato e strutturato che ha messo al centro la persona.

La street art, guidata dall'Architetto Marianna Giordano e dagli artisti del collettivo Guerrilla Spam, è presente nella Struttura Penitenziaria da tre annualità, quasi un laboratorio permanente, con l'intento di raggiungere l'obiettivo primario di combattere l'isolamento e la devianza sociale, rimettendo al centro l'identità della persona in un percorso di rieducazione funzionale alla stessa.

Percorsi formativi che utilizzano la comunicazione efficace dell'arte come i Murales e la musica che diventano veicolo di aggregazione e collaborazione nel favoreggiare i percorsi individuali e collettivi più del dialogo, come riportato dal Direttore della Casa Circondariale di Larino Rosa La Ginestra, all'inizio dell'evento. Un Parco delle meraviglie che da la possibilità di spaziare con la mente e creare quegli angoli di serenità, continua il Direttore La Ginestra, un percorso iniziato con il supporto del Centro Territoriale dell'Adulto e reso possibile dall'indispensabile supporto dei volontari: essi sono l'anima dei progetti posti in essere presso la Casa Circondariale nonostante l'azione frenante dei percorsi ad ostacoli perché la struttura si presenta elefantiaca e troppo burocratica.

News/Eventi in evidenza

[20/02/2019] I RAEE, questi sconosciuti.
Meno di un quinto sa come devono essere trattati i rifiuti elettronici
» CONTINUA